Menu

Chi siamo

Il Gruppo Escursionistico Oltrelacittà nacque……

…….nel 1993, ma in realtà la prima escursione fatta risale all’8 dicembre 1992, a Monte Oliveto Maggiore, Siena. Agostino Di Chiazza ricorda ancora che il tempo fu pessimo. Si vede che… escursione bagnata, associazione fortunata!

Ma come nacque il gruppo?

In realtà fu l’incontro di alcuni frequentatori della Casa del Popolo di S.Bartolo (tra i quali ricordiamo Amerigo Lascialfari, Franco Peroni e Leonardo Agostini) con un gruppo di persone di un condominio di via Bramante, tra i quali Enrico Barlazzi, Laura Poli e Domenico Galante, tutti interessati a svolgere l’attività del Trekking, che dette vita al Gruppo. Domenico fu l’ideatore del nome della nuova associazione: Oltrelacittà, una parola composta in cui è racchiusa la filosofia alla quale ci richiamiamo e cioè andare oltre la quotidianità, trovare nuovi interessi e stimoli in ciò che ci circonda. Fu chiesto ad Agostino Di Chiazza, che già era attivo nel gruppo trekking “G.A.T.TO ” del Circolo Le Torri, di entrare nella nuova associazione per aiutarne l’organizzazione. Per questa ragione le prime escursioni furono spesso fatte in comune con gli amici delle Torri. Quanto allo scopo, fin dal principio, i soci si sono sentiti legati oltre che dal piacere di fare un’attività fisica all’aria aperta, lontano dalla città, anche da un sentimento di amicizia: stare bene insieme, in compagnia, con semplicità, con persone che condividono il rispetto per la natura, la sensibilità ecologica e la meraviglia della scoperta.

Ai primi iscritti si sono presto aggiunti altri: familiari, amici, amici degli amici, come nel gioco del domino, ed il numero continuava e continua ancora oggi ad aumentare.

Nei primi anni, come ricordano Gabriella Innocenti e Mauro Mauri, le camminate erano spesso impegnative, più della media delle attuali, ma gli iscritti erano più giovani! Col tempo si sono aggiunte attività meno selettive o con varianti di difficoltà, per dare a tutti la possibilità di partecipare.

Ma il nostro Gruppo non è solo escursionismo! Si sono inserite le molte attività collaterali che tutti voi conoscete, come visite a luoghi d’arte, viaggi di più giorni, feste, cene, spettacoli autoprodotti con impegno e fantasia.

La nostra attività consiste prevalentemente in molte escursioni di una sola giornata, quasi sempre di domenica (la nostra media è di 18 o 20 all’anno), tuttavia fin dagli inizi sono state organizzate gite di più giorni; per la storia nel luglio del 1993 si fece un “notturno sul Falterona”, mentre nel 1994 una dozzina di ardimentosi si cimentò in una faticosa “tre giorni” sulle Grigne, sopra il lago di Como, impresa ricordata dagli intervistati come “epica”.

Nel 1994 inizia l’esperienza di più giorni, con una permanenza di una settimana sulle pendici del Monte Bianco. L’anno successivo il primo lungo viaggio, ad agosto, partirono 25 soci, con una carovana di auto, per visitare in una decina di giorni la Repubblica Ceca appena nata.

Col passare del tempo l’organizzazione si è fatta sempre più adeguata e “professionale”, sia per l’impegno di soci molto attivi, sia perché l’esperienza aiuta ad evitare inadeguatezze ed errori.

Con gli anni abbiamo deciso di volare all’estero ottenendo dai soci un notevole gradimento per i costi e la buona riuscita dei viaggi!

Certo ogni escursione implica un lavoro di preparazione che può essere di poche ore per le più semplici e anche di giorni e settimane per quelle più insolite e lunghe. I responsabili si assumono spesso un onere pesante.

Per fortuna il nostro gruppo ha sempre potuto contare su persone disponibili, entusiaste di lavorare per il piacere di vedere gli altri contenti e soddisfatti. Come ci ha detto uno di loro “vedere la gente felice ricompensa per le ore di lavoro, per la stanchezza e la fatica:”

La nostra “classica”

A maggio ogni anno viene organizzata la nostra “classica” Firenze-Galliano: è una tradizione che è nata nel 1996 grazie ad Amerigo Lascialfari, un socio conosciuto anche con il soprannome di “Orso Nero” e al quale molti del gruppo erano sinceramente affezionati. Si distingueva per l’impegno e l’entusiasmo; di lui avete potuto leggere un bel ricordo di Domenico Galante, in 4passi del maggio 2009. Quanto alla “classica”, si tratta di una camminata di circa 30 km, molto impegnativa dunque, ma seguita da una cena a cui possono partecipare tutti! Il percorso è in realtà sempre leggermente diverso per variare paesaggi e calibrare difficoltà.

Poiché Amerigo non è più con noi, continuare a svolgere annualmente questa escursione dalla città alla campagna del Mugello è anche un modo per ricordarsi di lui e degli altri amici che ci hanno lasciato: per questo la “classica” ha preso anche il nome di Memorial Amerigo Lascialfari.

…..e per finire, con il motto che accompagna l’invio del mensile 4Passi…………..BUONE PASSEGGIATE A TUTTI !!!!